Itinerari di provincia di Catania

Mercati & mercatini

Di Trapani Valentina
onevale@hotmail.com

Quando si sceglie una meta ci sono delle immagini legate a tale scelta che ci hanno spinto alla decisione. Chi sceglie Catania, solitamente, viene subito colpito dalle immagini del vulcano Etna che sovrasta la città e abbraccia tutta la provincia,dalla storia di tutti i popoli che l’hanno abitata, distrutta e ricostruita, dalle usanze religiose e la devozione a Sant’agata e dall’arte culinaria. Però, lasciarsi guidare solo dall’emozione dei luoghi più famosi e conosciuti potrebbe togliere il piacere di scovare piccole chicche meno note, ma altrettanto gustose. Fin dai tempi più remoti, il commercio a Catania è una attività molto diffusa.
L’itinerario che vi propongo non è il solito passaggio turistico tra meravigliose chiese e magnifici musei, ma vi accompagnerà in un divertente giro tra i mercati e le bancarelle del capoluogo di provincia. L’itinerario è suddiviso in due tappe: la prima tappa si può svolgere dal lunedì al sabato ed è lunga circa 600 mt.
Per arrivare al punto di partenza del nostro itinerario potete consultare il sito degli autobus urbani della città di catania www.amt.ct.it

Informazioni percorso:

primo giorno

  • Tipo di percorso: trekking urbano
  • Durata: un’ora
  • Luoghi: punto “A” piazza Duomo; punto “B” piazza Stesicoro
  • Lunghezza: 600 metri
  • Difficoltà: facile

primo giorno mercati

Il nostro percorso inizia nel punto A: Piazza Duomo.
Nell’angolo a destra di fronte il Palazzo del Municipio, alle spalle della fontana dell’Amenano  si trova l’ingresso per “ ‘a piscarìa”, il più grande mercato ittico di Catania risalente al XIX secolo,dove ancora oggi si respirano profumi del passato.Un paio di piazzette, collegate da una piccola ragnatela di viuzze lastricate, sono la cornice dove bancarelle di pesce multicolore si alternano a pescatori di fortuna con improvvisate postazioni , e ai venditori di prodotti e leccornie alimentari dei generi più vari, dagli ortaggi alle carni rosse, passando per gli aromi e le conserve.Se queste visioni vi stuzzicassero l’appetito, nessun problema! All’interno della “piscarìa” troverete una moltitudine di trattorie e ristorantini dove i prodotti visti sui banchi vengono trasformati in pietanze succulente ed indimenticabili.
“Non c’è amore più sincero che l’amore per il cibo.” (George Bernard Shaw)

IMG_3179

IMG_3178

IMG_3163

 

 

 

 

 

 

 

 

IMG_3181

 

Seguendo le stradine in senso antiorario vi ritroverete fuori dalle antiche mura di Catania; potrete riguadagnare Piazza Duomo passando sotto l’arco di ingresso alla città, chiamato Porta Uzeda. Completato il giro del mercato ittico, da Piazza duomo, percorrendo la vie Etnea, raggiungerete il punto B: piazza stesicoro.

 

IMG_3198IMG_3227

IMG_3212

 

Da lì inizia “a fera o luni, grande mercato quotidiano dove è possibile trovare praticamente qualunque cosa: abbigliamento,scarpe,accessori per la persona e per la casa, e una grande parte dedicata ai prodotti alimentari con frutta,verdura,carne ,pesce,salumi e formaggi.

“a fèra ‘o luni” di per se sarebbe solo un mercato, se non si distinguesse dagli altri per il colore ed il folclore dei venditori.Tutt’oggi, la stragrande maggioranza dei venditori, pubblicizza la merce venduta gridando a gran voce slogan inventati al momento per attirare l’attenzione del pubblico circostante: sembra quasi di essere all’interno di mercato arabo!La “fèra ‘o luni” è un mercato molto grande e richiede una discreta quantità di tempo per essere visitato e vissuto.

IMG_3210

IMG_3206IMG_3204

 

 

 

 

 

La seconda parte dell’itinerario si può fare soltanto la domenica ed è più impegnativa della prima parte,a causa della distanza dei siti dove si svolgono i tre mercati che vi propongo.

Informazioni percorso:

secondo giorno

  • Tipo di percorso: trekking urbano
  • Durata: un giorno
  • Luoghi: punto “A” piazza Dante; punto “B” piazza Giovanni Verga; punto “C” piazzetta di Ognina.
  • Lunghezza: 5,4 chilometri
  • Difficoltà: media

secondo giorno percorso

Partenza dal punto A: piazza Dante, sede del Convento dei Benedettini e della Chiesa di San Nicola, il punto più alto di Catania città, col mercatino delle pulci:questa piazza che durante la settimana vede sfilare una miriade di studenti di varie facoltà umanistiche, poichè sede universitaria di lettere, filosofia, lingue, psicologia, scienze della formazione di operatore turistico, la domenica si trasforma in un grande mercato dell’usato e del vintage,dai mobili ai dischi, dai libri ai soprammobili, un ritorno al passato in cui si può trovare qualcosa di attuale o indimenticabile.

Mercatino-delle-pulci-piazza-Dante-5

Da Piazza Dante ci spostiamo al punto B: piazza Giovanni Verga.

“Non c’è uomo che non mangi e non beva; pochi, però, sono quelli che apprezzano il buon sapore.” (Chan Chung-Yung)

Per rimanere in tema di odori e sapori, la domenica questa piazza accoglie tutti i produttori locali di prodotti biologici, per chi ama i sapori genuini e veri come quelli di un tempo o per abbandonare (ogni tanto o sempre) il moderno mondo dei cibi precotti e fast food. Per fortuna, a Catania, esistono ancora angoli in cui le tradizioni dei sapori non tramontano mai.

IMG_3211fera-bio-catania-2012-3

Infine arriviamo al punto C: porticciolo di Ognina.
In un piccolo borgo in riva al mare (sembra quasi di non essere più a Catania) sorge il piccolo mercato del pesce, a due passi dalle imbarcazioni che l’hanno pescato, con la garanzia di un prodotto di grande qualità.

 

 

IMG_3168Ognina 1

 

 

 

 

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Turisti & Turismi

Percorsi turistici ideati dagli studenti dell'Università di catania

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: